Torna il sogno della Lotus Esprit

lotus espritLa ricordiamo tutti come la vettura usata da James Bond in La spia che mi amava. Sì, parliamo proprio di lei, della Lotus Esprit.

Secondo le indiscrezioni (un continuo tira e molla che ci ha lasciati tutti con il fiato sospeso) è probabile che l’arrivo della nuova Lotus Esprit non sia poi così lontano! Mentre tutto sembrava perso e buttato al macero, voci di corridoio affermano che per la nuova Lotus Esprit stia per risorgere il sole. Così, la supercar britannica probabilmente ci investirà tutti travolgendoci con un non scontato processo di rinnovamento.

La Lotus Esprit, infatti, potrebbe arrivare sul mercato con un V8 da oltre 600 cavalli. Ecco, come al solito ritornano roboanti le parole di Colin “the Genius” Chapman: “Aggiungi cavalli e andrai più forte sul dritto, togli peso e andrai più forte ovunque”. Sembra che le sue parole siano state profetiche!

La Nuova Lotus Esprit a livello tecnico potrebbe non riproporre le soluzioni telaistiche della sua progenitrice: il suo propulsore dovrebbe essere un V8 da 4.8 litri, una vera e propria forza superiore ai 600 cavalli, con un regime di rotazione massimo di ben 9.000 giri al minuto. Un motore pensato come piattaforma modulare, con i tecnici che, grazie ad alcune modifiche, dovrebbero essere in grado di utilizzare le stesse tecnologie per i futuri motori a sei e a quattro cilindri. I medesimi che andranno a spingere le sportive di Hethel e, perché no, anche alcune vetture del gruppo Proton.

Un ringiovanimento continuo, dunque, tutto teso alla realizzazione di un progetto che pare non esser stato affatto abbandonato. Che altro aggiungere? State connessi, ne vedremo senz’altro delle belle!