Un’Alfa Romeo MiTo da perdere la testa

Alfa Romeo MiToE’ la prima vettura piccola del marchio Alfa Romeo. Hai capito benissimo! Ti stiamo parlando proprio di lei, dell’Alfa Romeo MiTo! Prodotta solo con carrozzeria a 3 porte, la MiTo è una vettura bella e dal design aggressivo, che non passa certo inosservata. Le sue linee, infatti, riprendono quelle sinuose e affascinanti della superlativa 8C, la nota supercar targata Alfa Romeo.

Saltati a bordo non avrete nessun problema a trovare la giusta posizione di guida. Sedile conformato, volante regolabile in altezza e profondità, leva del cambio corta e ben manovrabile, comandi del climatizzatore e della radio molto facili da raggiungere e specchietti retrovisori esterni di dimensioni ragguardevoli.

L’affidabilità della vettura è massima, grazie anche a 7 airbaig di serie, controllo trazione, asr, ebd e assistenza della ripartenza in salita. Quest’ultima è assai utile soprattutto per i meno esperti. Ma non è tutto: la nostra MiTo offre anche grande sicurezza e aderenza al manto stradale. I motori, integrati ultimamente con l’aggiunta dei benzina multiair, sono tutti generosi e tendenzialmente non “bevono” troppo.

Se diamo uno sguardo all’1.3 multijet t.diesel da 75 o 90 cv una precisazione è doverosa: il modello da 90 cv ha senz’altro il miglior rapporto consumi/prestazioni. Per quanto riguarda i nuovi multiair non possiamo invece nascondere il grande interesse che stanno suscitando nel pubblico di appassionati: il 120cv 1.4 benzina è una scheggia e consuma 6.5/100 l/km.

Non è finita qui, perché se amate sfidare la velocità il modello 1.4 multiair da 170cv quadrifoglio verde è l’auto fatta apposta per voi, con un ottimo il rapporto peso/potenza. Insomma, un vero e proprio razzo, sebbene i consumi, non possiamo nasconderlo, siano da supercar (10 km/l scarsi). Ottima macchina, dunque, con uno scatto sempre al culmine e pronta in ogni condizione. Alte anche le prestazioni, basso il costo di manutenzione e, cosa che piace ai più attenti alle questioni ambientali, con emissioni di gas contenute. Il tutto grazie a motori al top nella sua categoria e dispositivi elettronici di ultima generazione.

Ben curata nelle linee e negli interni la MiTo ha però un piccolo difetto: essendo un’auto sportiva i posti posteriori sono un po’ sacrificati, perché l’abitacolo per seguire la linea sporting si abbassa. Tuttavia, nonostante questo dettaglio l’Alfa Romeo è riuscita a creare un modello che piace molto ai giovani e fa perdere la testa al gentil sesso.

Infine, la MiTo, al di là delle aspettative si comporta egregiamente anche in autostrada. Guidarla è un vero spettacolo. A questo punto vi abbiamo rivelato molti segreti, e per farvi scoprire veramente questa vettura vi invitiamo a provarla. Vedrete che ve ne innamorerete!